Non sapete cosa regalare a Natale?? Ci pensa Fattormia!

Tra caprette, galline, vitigni e ulivi secolari, la sorpresa è assicurata!

Sfiniti dalla ricerca di un regalo di Natale originale per la mamma, lo zio o la figlia? Alzi la mano chi ha mai pensato di regalare una capretta camosciata delle Alpi, una colonia di galline ovaiole, un ulivo secolare o un intero filare del vitigno Syrah…

No, non è uno scherzo. Da oggi si può fare, e senza costringere chi riceve il dono a traslocare in campagna, grazie alla start up innovativa e super green Fattormia. 

Basta visitare il portale www.fattormia.com, registrarsi e scegliere le piante e gli animali da adottare: ci sono caprette come Curiosina e pecore come Brigitte, allevate secondo i principi del benessere animale. Galline ovaiole come Peonia o Margherita, che zampettano in libertà. Ma anche l’ulivo secolare Natan e il melo Polluce. 

Ognuno può vivere l’esperienza di veder crescere da remoto i suoi animali e le sue piante, se poi lo desidera può anche partecipare in prima persona ai lavori nei campi e nelle stalle, ricevendo sulla tavola tutti i prodotti più genuini che l’agricoltura biologica può regalare. Molto meglio che coltivare il coriandolo sul “balcony garden” o spendere una fortuna per abitare in un Bosco Verticale. 

La rete di Fattormia comprende aziende agricole d‘eccellenza sparse su e giù lungo lo Stivale. Chi adotta una capretta, come la tenera Melanzana dell’azienda agricola Deviscio, riceve 1,5 chili di formaggi di capra freschi e 1,5 chili di formaggi di capra stagionati, può scegliere se andare a ritirarli in azienda e salutare la sua amica quadrupede o riceverli a casa via corriere. 

Chi adotta invece un eucalyptus biologico dell’azienda Versil Green può fare un’esperienza unica nei laboratori dove vengono estratti gli olii essenziali, imparando l’arte della distillazione dell’eucalipto e provando un “bagno di vapore” per il benessere psico-fisico.

Quest’anno arriva l’occasione per fare un regalo di Natale davvero green che permette di accostarsi ai valori della natura e della campagna attraverso esperienze virtuali e reali. Garantito da Curiosina e Brigitte…


FattorMia partecipa a Golosaria 2021

Il gusto della colleganza. Sarà questo il tema della nuova edizione di Golosaria, la manifestazione del gusto italiano, che si svolgerà dal 6 all’8 novembre al MiCo Convention Center di Milano. L’evento è stato presentato oggi con una conferenza stampa, presieduta dal patron Paolo Massobrio, a cui ha preso parte anche Fattormia, novità assoluta nel palinsesto della prossima rassegna. 

Colleganza e gusto: 2 termini che rappresentano la chiarezza e l’ignoto del cibo, ma che saranno il fulcro delle tre giornate. Il gusto, essenza del cibo, come attitudine che si costruisce nel tempo, fatta di ricerca, di scoperte, di scrittura. Colleganza come la rappresentazione di una nuova alleanza tra produttori e botteghe, negozi di città e di campagna, realtà di territorio che si uniscono per un progetto o per il bene comune. 

Due principi che vengono rappresentati alla perfezione da Fattormia, startup green, educativa e amica della natura. Durante Golosaria verrà infatti presentato al pubblico il progetto innovativo che unisce direttamente il mondo rurale e il consumatore finale e che caratterizzerà l’evento con il suo alto tasso di innovazione e capacità di approccio in un settore in cui la digitalizzazione è ancora troppo subita.

Con un’ampia e articolata rete di aziende agricole di alto livello, Fattormia offre una scelta di animali e alberi da adottare, con pacchetti dedicati e su misura per privati, aziende e scuole. Il progetto si fonda su 4 principi fondamentali: la sostenibilità, la tradizione, la cultura e l’innovazione. Un canale diretto che parte dal passato e abbraccia il futuro. 

Le stesse aziende partner del progetto rappresentano eccellenze territoriali italiane che hanno così un’ulteriore vetrina e nuove possibilità di connessioni e relazioni.

Dal 6 al 8 novembre i visitatori di Golosaria potranno scoprire come costruire il proprio angolo di campagna, grazie ad uno stand assai particolare e sensoriale, che illustrerà l’intuitivo portale, www.fattormia.com, oltre alla grande varietà di piante (ulivi, vigna, alberi da frutto) e animali (mucca, pecora, capra, ape, gallina) adottabili grazie alle diverse aziende agricole presenti come partner. Un rapporto che non si esaurisce col modello dell’adozione ma che spazia dalla possibilità di vivere esperienze dirette nelle aziende agricole alle occasioni di approfondire la cura e il lavoro nei campi per poi portare in tavola i frutti del proprio lavoro.

«Siamo onorati di prender parte all’edizione della ripartenza di Golosaria. Il titolo scelto da Paolo Massobrio è l’essenza di ciò che il cibo è e dovrà rappresentare in questo momento storico – spiega Maria Sanvito, direttore della startup agricola –. La nostra realtà è partita da poco, ma nasce proprio con questi principi, instillati nel nostro dna: il gusto, per noi, è rappresentato dalle aziende che lavorano tutelando la biodiversità, la natura, la tradizione locale, la bellezza paesaggistica e dai privati-scuole-aziende che percepiscono questi come valori formativi della persona e della società; la colleganza è parte essenziale di Fattormia, in quanto rappresentiamo un luogo virtuale e fisico in cui è consentito stringere un patto con le realtà agricole, con il fine di costruire una rete virtuosa, tutelando in prima persona la natura e soprattutto i suoi valori».


La FattorMia di Toys Center... un'avventura da brivido!

Non solo giocattoli in via Macchi 29! La storica sede milanese di Toys Center si rinnova e, grazie all’accordo con FattorMia, per i piccoli clienti del negozio sarà possibile partecipare ad un’avventura da brivido!

Oltre alle molte novità che si potranno trovare nei 1200mq del negozio (da un’intera piscina di Duplo®, alle aree giochi calpestabili, ai personaggi più amati dei bambini in formato vivente pronti ad accoglierli, ad una vera e propria bancarella di frutta e verdura da gustare in sede o portare a casa… e tanto altro ancora), in occasione di questa riapertura una proposta speciale che strizza l’occhio alla sostenibilità e anche alla creatività.

Per quanti si recheranno in negozio, la possibilità di ricevere un QR che atterra sul nostro portale, acquistare una zucca e ritirarla nel punto vendita la settimana di Halloween. Nel frattempo, si può seguire la sua crescita grazie a video e immagini caricate nell’area riservata. 

Una volta ritirata si potrà intagliare e condividere sui social con hashtag dedicato #uncapolavorodabrivido. Senza dimenticare il tag a @toyscenteritalia per vedere le proprie creazioni condivise sulla pagina social di Toys Center!


Limitare il consumo del suolo: una necessità sempre più urgente

Limitare il consumo del suolo: una necessità sempre più urgente

Immaginate di vivere in un appartamento di 150 mq, con una bella cucina, un salotto, tre camere da letto. E’ una casa grande, così decidete di vendere una camera ai vicini, di cedere un pezzo di salotto per dei lavori condominiali e via dicendo, fino a ritrovarvi a vivere in un bilocale, senza la possibilità di recuperare lo spazio che nel corso degli anni avete perso. Vi chiedereste quantomeno come abbiate potuto lasciarlo succedere. Di fatto, questo è quello che è accaduto a terreni agricoli e aree verdi che, nel corso di una sola generazione, hanno subito una riduzione media del 25%, con un picco del 32% nella provincia di Milano, dove oggi il singolo residente ha a disposizione poco più di 50 mq di area verde. 

E’ una ricerca dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) a lanciare l’allarme: nel corso degli ultimi 25 anni circa 1 terreno agricolo su 4 è passato ad altri usi. Si tratta di intere aree verdi che, una volta convertite, sono perse per sempre. Il consumo del suolo è un tema sempre più urgente: le aree verdi – terreni agricoli, boschi, foreste, pascoli, ecc – sono una ricchezza inestimabile per la biodiversità, oltre che preziosi giacimenti di carbonio organico. E Legambiente lancia l’allarme: una legge contro il consumo del suolo non è più rinviabile (leggi di più a questo link). 

Le aziende agricole oggi sono custodi di questa preziosissima risorsa  Ecco perché adottare una fattoria significa fare qualcosa di più che impiegare delle risorse a sostegno di queste realtà economiche: creare la propria FattorMia attraverso l’adozione di un animale o di una pianta significa fare la propria parte in maniera attiva e concreta per tutelare questi spazi

Non solo. Le aziende che fanno parte della rete FattorMia sono caratterizzate da una forte attenzione per la tutela della biodiversità grazie ad uno stretto legame con territorio. Da un punto di vista ambientale questo significa un miglioramento nella salute del suolo e delle piante, contribuendo così alla creazione di un sistema resiliente ai cambiamenti climatici e ai disastri naturali (Fao 2018).

Cosa stai aspettando? Scopri come adottare, clicca qui.  


FattorMia è partner di Golosaria

FattorMia è partner di Golosaria

FattorMia è partner di Golosaria, il più grande salotto italiano dove incontrare i protagonisti del gusto. Una scelta naturale quella di trovare nella manifestazione un palcoscenico d’eccellenza per raccontare un progetto nato con l’obiettivo di avvicinare il mondo rurale alla città attraverso il sistema delle adozioni e, in questo modo, sostenere anche le aziende agricole del territorio che sono entrate in rete. 

 

Golosaria, manifestazione nata nel 2006, mette in calendario due appuntamenti fissi: un viaggio itinerante tra i Comuni del Monferrato e un agorà dedicato al gusto sul palcoscenico della Fiera a Milano nel mese di novembre. I protagonisti sono i produttori di food & wine, ma anche enti e consorzi che vogliono puntare ad una comunicazione innovativa e diretta. Tantissimi i premi e le iniziative che caratterizzano la manifestazione.

 

Qualche numero dell’evento:

15 edizioni a Milano

14 edizioni nel Monferrato

12.000 mq espositivi a Milano

30 comuni coinvolti nel Monferrato

25.000 presenze (consumer e operatori)* 

350 artigiani del gusto e aziende vitivinicole*

150.000 visitatori sul web*

120 eventi (talk, premiazioni, show cooking, wine tasting, lab)*

 

*edizione Milano 2019

 

Leggi l’articolo che parla di noi a firma di Andrea Voltolini.
Lo trovi a questo link: 
https://www.ilgolosario.it/it/fattormia-iniziativa-green-portale-online


World Bee Day 2021: un invito dell’ONU a prendersi cura del Pianeta in maniera attiva e consapevole

World Bee Day 2021: un invito dell’ONU a prendersi cura del Pianeta in maniera attiva e consapevole

“Bee Engaged. Build Back Better for Bees”  E’ questo lo slogan scelto dalle Nazioni Unite per la Giornata mondiale delle api 2021; un appello volto a puntare l’attenzione sull’importanza di occuparsi in maniera attiva e consapevole della salvaguardia delle api e degli insetti impollinatori attraverso le scelte e le azioni concrete quotidiane.

 

Gli effetti diretti e indiretti delle attività dell’uomo minacciano la sopravvivenza degli altri insetti impollinatori, fondamentali per il mantenimento e la tutela della biodiversità, oltre che per la salute nostra e della Terra. Le pratiche agricole intensive, infatti, alterano l’equilibrio del suolo, mentre l’uso di pesticidi contribuisce a incrementare la presenza di malattie e parassiti; un quadro complessivo di forte pericolo per questi animali, che oggi rischiano l’estinzione a livello globale

 

Una perdita enorme per la ricchezza e la salute del pianeta: il 90% delle specie floreali selvatiche, oltre il 75% delle colture alimentari e il 35% delle terre agricole in tutto il mondo dipendono interamente o almeno in parte dall’impollinazione animale. Come contrastare questo fenomeno? Le Nazioni Unite lanciano le linee guida: prediligere l’acquisto di miele grezzo da produttori locali, comprare prodotti da pratiche agricole sostenibili, piantare sui balconi e nei giardini diverse specie di piante autoctone che fioriscano in diversi periodi dell’anno, creare un abbeveratoio per le api, adottare un alveare, sostenere gli ecosistemi forestali e molto altro ancora (informati qui).

 

Cosa puoi fare insieme a noi? Grazie ad un’adozione, possiamo fare molto. Attraverso la rete FattorMia, infatti, puoi dare il tuo contributo scegliendo di sostenere le aziende agricole che si sono impegnate nella salvaguardia delle colture locali limitando l’uso dei pesticidi. Le fattorie che fanno parte della nostra rete, infatti, hanno a cuore la salute della natura e per questo hanno scelto di adottare politiche di gestione sostenibile e modelli di sviluppo innovativi che, con le radici piantate nella tradizione, guardano al futuro.

 

L’esperienza di FattorMia non finisce qui. La nostra mission, infatti, è quella di aiutarti a vivere quotidianamente il rapporto con la natura attraverso la costruzione del tuo angolo di natura da poter portare sempre con te. Puoi optare per la soluzione più adatta a te, prenderti cura dei tuoi animali, seguire la produzione dei prodotti che poi mangerai. 

 

Scopri come funziona, clicca qui